Orari di apertura: 9.30 -19.00 Lun-Ven
Chiamaci 0766 500108

Le iniezioni di tossina botulinica, o più comunemente botox, sono un trattamento indolore di medicina estetica (e non solo), con infinite possibilità di applicazione.

Principalmente la tossina botulinica viene utilizzata per ridurre le rughe di espressione, causate dalla ripetuta contrazione dei muscoli facciali che vengono attivati quotidianamente, spesso in maniera inconsapevole, soprattutto per manifestare le emozioni.

Il botox permette, quindi, di distendere temporaneamente queste rughe, solitamente senza anestesia, conferendo al viso un aspetto disteso e rilassato, senza dover ricorrere all’intervento chirurgico.

L’infiltrazione di tossina botulinica non è, invece, efficace sulle rughe provocate dall’effetto della gravità (ad esempio il rilassamento delle palpebre) e neppure sulle rughe causate da un’eccessiva esposizione ai raggi UV naturali o artificiali.

In Italia è possibile utilizzare il botulino a fini estetici solamente per la correzione delle rughe verticali che si formano tra le sopracciglia (le rughe glabellari) e delle cosiddette “zampe di gallina” (rughe perioculari) che si formano nell’area del contorno occhi, in persone di età compresa tra i 18 e i 65 anni.

Inoltre, è possibile utilizzare il botox per contrastare la sudorazione eccessiva (iperidrosi) del viso, delle ascelle, delle mani e dei piedi.

Botox: La procedura

Il trattamento con la tossina botulinica è effettuato in ambulatorio da personale specializzato. Viene utilizzata una siringa con aghi molto sottili, per iniettare dosi molto basse del farmaco, all’interno dei muscoli del viso, nella zona in cui si desidera indurre il rilassamento.

Il numero di iniezioni dipende dalla grandezza dell’area su cui si deve intervenire e dal risultato che si vuole ottenere. In ogni caso, il trattamento ha una durata complessiva compresa tra i 10 e i 20 minuti.

Al termine del trattamento si possono riprendere le normali attività. Ma è necessario avere l’accortezza di non massaggiare o strofinare le zone trattate e di evitare attività fisiche intense nelle 48 ore successive, per impedire la diffusione della tossina alle zone limitrofe.

È importante sapere che:

  • l’effetto non è permanente,
  • non esistono garanzie di ottenere i risultati voluti,
  • il processo di invecchiamento nelle aree del viso non trattate non viene arrestato.

Inoltre, ancora più importante, è avvisare prima il medico degli eventuali medicinali che si stanno prendendo poiché alcuni farmaci possono interferire con la tossina botulinica, alterando i risultati o provocando effetti indesiderati.

Botox: I risultati

Gli effetti dell’infiltrazione di tossina botulinica non sono immediatamente visibili. I primi risultati possono essere visti dopo 2-5 giorni, mentre l’effetto completo si manifesta all’incirca dopo 2 settimane, momento in cui viene eseguita una visita di controllo per verificare l’esito del trattamento ed eventualmente effettuare qualche ritocco.

I risultati non sono definitivi ma tendono a scomparire gradualmente nell’arco di 4 o 6 mesi. La durata dipende da diversi fattori, in primis, la reazione al farmaco che varia da persona a persona. Per mantenere il risultato ottenuto è, quindi, necessario sottoporsi periodicamente a ulteriori cicli di iniezioni.

Botox: gli effetti collaterali

I rischi più comuni del trattamento con tossina botulinica sono:

  • sintomi di tipo influenzale e mal di testa, nelle 24 ore successive all’applicazione,
  • comparsa di ematomi, o lividi, nelle sedi di iniezione.

In ogni caso, gli effetti collaterali sono, generalmente, reversibili e regrediscono nell’arco di pochi giorni o qualche settimana. In una minima percentuale di persone si può sviluppare una resistenza alla tossina provocata, in genere, dal suo impiego in dosaggio eccessivo, o troppo frequente. Questo rende inefficace il trattamento.

È importante sapere che non bisogna effettuare questo trattamento ini caso di:

  • malattie neuromuscolari, come la sindrome di Eaton Lambert;
  • infezione o infiammazione in corso nella zona da infiltrare;
  • allergia accertata alla tossina botulinica o ad una delle altre sostanze (eccipienti) contenute nel farmaco (tra cui l’albumina umana);
  • Si sta facendo una terapia antibiotica (aminoglicosidici e spectinomicina) e farmaci miorilassanti, che potrebbero amplificare gli effetti della tossina botulinica;
  • Si sta facendo una terapia con farmaci antiaggreganti e anticoagulanti (come l’aspirina e l’eparina) perché potrebbero favorire la comparsa di lividi nelle sedi di iniezione,
  • gravidanza e allattamento.
Botox

Costi

350€

Il prezzo comprende la visita con lo specialista e l’iniezione di botox.

Maggiori info

Prenota Ora

Ho letto l’informativa sulla Privacy Policy ed acconsento al trattamento dei miei dati personali.

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Open chat
Scrivici su WhatsApp
Powered by