Orari di apertura: 9.30 -19.00 Lun-Ven
Chiamaci 0766 500108

L’otoplastica è un intervento di chirurgia plastica per eliminare i difetti delle orecchie: dalle orecchie a sventola, a quelle troppo grandi o con malformazioni di vario genere.

L’intervento consiste, fondamentalmente, in un rimodellamento della cartilagine di entrambi i padiglioni auricolari. L’otoplastica è possibile farla sia agli adulti, che ai bambini da 6 anni in su.

Otoplastica: l’operazione

Prima di procedere con l’intervento di otoplastica, è necessario fare alcuni esami di accertamento. Il chirurgo si accerterà del vostro stato di salute per affrontare l’operazione.

Infine, in base all’anatomia del padiglione auricolare, il medico pianificherà la procedura operativa più appropriata.

Negli adulti, l’otoplastica è considerata un intervento di chirurgia ambulatoriale, in quanto si esegue in anestesia locale e non richiede il ricovero ospedaliero post-intervento.

Nei bambini, invece, la situazione è differente: è prevista l’anestesia generale, ovvero la completa incoscienza del paziente, e il ricovero di un giorno per precauzione.

Otoplastica: le tecniche

Le tecniche operative, con cui si può svolgere l’otoplastica, sono principalmente due:

Otoplastica mediante incisione

L’otoplastica mediante incisione è il metodo più utilizzato.

Praticando un taglio verticale nella parte posteriore del padiglione auricolare, il chirurgo può rimodellare l’orecchio. Il rimodellamento prevede sezioni, asportazioni di materiale cartilagineo, riposizionamenti ecc. Tutti questi ritocchi vengono saldati e mantenuti in posizione da suture interne, le quali non vengono più rimosse, salvo complicazioni.

Una volta conclusa, il chirurgo richiude il taglio con dei punti temporanei e applica un bendaggio, simile a un turbante, attorno alla testa del paziente.

Con questa tecnica è possibile ottenere un ampio margine di rimodellamento, ma è necessario incidere e quindi c’è il rischio di avere cicatrici evidenti dietro l’orecchio.

Otoplastica senza incisione, o incisionless

L’otoplastica incisionless è una metodica innovativa, messa a punto per evitare di incidere il padiglione auricolare e provocare così cicatrici evidenti.

L’intervento si realizza applicando, con un ago, delle suture interne che migliorano le deformità delle orecchie. Di fatto, non viene eliminato alcun materiale cartilagineo, ma vengono applicate soltanto delle cuciture correttive permanenti.

Questa tecnica non prevede incisioni e tutte le complicanze legate a esse; si può realizzare in meno di un’ora; il paziente può tornare immediatamente alle sue normali attività. Ma, d’altro canto, il margine di rimodellamento è limitato.

Otoplastica: la fase post-operatoria

Durante le prime 48 ore successive all’otoplastica, è consigliabile rimanere a riposo.

Successivamente, si può tornare gradualmente alle classiche attività quotidiane, evitando sforzi eccessivi.

Il bendaggio protettivo, applicato al termine dell’otoplastica con incisione, deve essere mantenuto per qualche giorno, in genere non più di una settimana. Dopodiché, l’unica protezione consigliata è una fascia delicata, da applicare attorno alla testa, per 3-6 settimane, allo scopo di proteggere le orecchie durante la notte.

È consigliabile, inoltre, dormire con la testa sollevata o, quanto meno, senza appoggiarsi su un lato, con lo scopo di non riaprire le ferite. Si consiglia, infine, di non lavare i capelli, fino alla rimozione del bendaggio.

 

Otoplastica

Costi

3000€

Il prezzo comprende l’operazione completa e la successiva visita di controllo.

Possibilità di finanziamento a tasso zero e senza busta paga.

Maggiori info

Prenota Ora

Ho letto l’informativa sulla Privacy Policy ed acconsento al trattamento dei miei dati personali.

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.